Luna, ovvero Nessuno

https://www.produzionidalbasso.com/project/luna-ovvero-nessuno-il-primo-romanzo-di-leonardo-angelucci/

Ho sempre scritto canzoni, poesie, pensieri in rima, in metrica. Non mi ero mai cimentato veramente con la prosa, con la stesura di un racconto, di un romanzo. Poi è successo. Ho scritto “Luna, ovvero Nessuno“, nei primi mesi del 2020, tra una quarantena volontaria ed una forzata, nell’eremo della mia fantasia protesa al viaggio, all’avventura, alla scoperta. Così è venuta fuori una storia avvincente, che unisce fantascienza e esoterismo, letteratura e psicologia, sullo sfondo di una città meravigliosa come Lisbona.

La geografia combinata col tempo equivale al destino.

William Least Heat-Moon da Prateria.
La copertina di “Luna, ovvero Nessuno” realizzata dal sottoscritto.

SINOSSI

Luna è una studentessa di geografia all’università di Roma, da sempre appassionata di viaggi e con un incombente master in Portogallo. Una mattina sul solito treno per andare a lezione c’è un guasto, ma risolto il problema il treno riparte nella sua corsa quotidiana. Scesa alla sua fermata, però, Luna si ritrova catapultata all’estremità occidentale dell’Europa, in un’altra epoca. Scambiata per la compagna di Fernando Pessoa, entra prepotentemente nella sua turbolenta e inquieta vita. Mentre cerca di tornare a casa, si innamora, incontra diaboliche personalità, mette a rischio la sua identità e arriva a scoprire la verità sconvolgente dietro il suo viaggio. Un romanzo di avventura, fantascienza e esoterismo. Una storia a tratti ironica, che unisce narrativa e letteratura, mantenendo suspense e mordente fino alla svolta finale.

“Luna, ovvero Nessuno” – Acrilico su tela – 90x65cm – 2020 Leonardo Angelucci.

Presto news sull’uscita

#staytuned