Contemporaneamente

” Contemporaneamente ” è il primo singolo estratto dall’omonimo ep di Leonardo Angelucci. Disponibile dall’11 aprile 2017 su Youtube con un videoclip scritto e diretto da Marco Mari, con la collaborazione del graphic designer Giuseppe Bravo.

” Contemporaneamente ” è uno spaccato malinconico di un preciso momento della mia vita, più o meno maggio 2016, molto turbolento ed ansiogeno, sotto stress per l’uscita imminente del secondo album dei Lateral Blast “La luna nel pozzo” e che fondamentalmente racconta una giornata tipo, romanzando e ironizzando sulle “ansie e le paure” della nostra generazione. Un copertina contemporaneamente leonardo angeluccigroove potente e percussivo, in antitesi con il testo del brano, accompagnano le brevi strofe che arrivano subito ad esplodere nel ritornello con il matra: “se mi chiedi cosa penso e io ti rispondo niente, invece penso a sette cose contemporaneamente”. Una risposta standard alle domande di un genitore preoccupato, che osserva il proprio figlio a cena, perso nei suoi pensieri. Un “niente” che nasconde invece almeno sette pensieri diversi (cose), contemporanemente.

In parallelo all’esperienza con la band romana LATERAL BLAST e all’uscita del secondo album “La Luna nel Pozzo” (Maggio 2016), LEONARDO ANGELUCCI è al suo primo esperimento da solista con l’EP “Contemporaneamente”, registrato a Jolanda di Savoia presso il Freedom Recording Studio, per l’etichetta ALKA RECORD LABEL di Ferrara.
Il progetto è stato realizzato insieme ai compagni di musica di sempre Matteo Troiani, Tommaso Guerrieri.

Nell’ep ho cercato di riassumere, con l’aiuto dei miei amici musicisti e quello di Massimiliano Lambertini e Michele Guberti (i miei produttori), la complessa diversità delle mie influenze e del mio trascorso musicale, cercando di rendere giustizia a tanti brani scritti negli anni passati e sempre rimasti nel cassetto per dare priorità agli altri progetti musicali. Certamente sceglierne cinque è stato molto difficile, anche perchè avrei già i brani per un album completo, ma alla fine sono felice di aver selezionato delle canzoni molto diverse fra di loro, proprio per esemplificare l’etereogenità della mia grafomania. Dal singolo power pop/pop rock, al brano folk di stampo cantautorale classico, ai brani più rock e/o più ironici dove l’alteranza fra groove e testi irriverenti hanno la meglio sulla melodia classica.

contemporaneamente na cosetta release party